Privati
UnipolSai Sito Cliente
UnipolSaiLogoMini
Unipolsai Logo
Mobilità
Mobilità
Assicurazione AutoUnipolSai KM&Servizi Auto
Casa
Casa
Assicurazione CasaUnipolSai Casa&Servizi
Protezione
Protezione
Assicurazione InfortuniUnipolSai Infortuni Premium 2.0Unipolsai Infortuni SmartUnipolSai Infortuni Circolazione
Indietro
Plus - Protezione
Informazioni utili per tutelare il tuo mondo
23 marzo 2021

Spesso, le nostre giornate sono scandite da numerosi impegni. Lo studio, il lavoro, il tempo libero e altre attività che, pure al tempo del Covid, cadenzano le vite di tutti. Nella nostra routine però l’imprevedibile esiste e può sorprenderci in ogni momento della giornata. Un infortunio può accadere nelle vite di ciascuno 
 

Gli infortuni domestici 

Ogni anno in Italia si verificano più di 3 milioni di incidenti domestici che interessano oltre 3,5 milioni di persone (dati Istat). Sono le donne le più coinvolte (circa il 70% dei casi), seguite da anziani e bambini, soprattutto di età inferiore ai 5 anni. Secondo l’Inail, l’incidenza del rischio è legata direttamente alla quantità di tempo trascorso in casa. Ogni trimestre 149mila persone incorrono in incidenti in ambiente domestico di diversa portata.  

La cucina è il luogo dove si è più esposti (63% degli incidenti), seguita da camera da letto (10%), soggiorno (9%), scale (8%) e bagno (8%).  

La frattura è la tipologia di lesione più comune che riguarda il 36% delle persone infortunate, poi ci sono le ustioni (18,5%), conseguenza d'un uso maldestro di pentole, ferro da stiro, fornelli, acqua o olio bollente, seguite da ferite da taglio (15%) e urti e schiacciamenti (13%). Gli incidenti domestici sono spesso sottovalutati perché relegati alla sfera privata, ma in realtà rappresentano un problema di grande interesse. 

 

Gli infortuni sul lavoro  

Le denunce di infortuni sul lavoro presentate all’Inail relativi al 2019 sono state 641.638 (dati pubblicati a febbraio 2020): è stato riscontrato un aumento dei casi avvenuti “in itinere”, cioè nel tragitto casa-lavoro che sono passati da 98.446 a 100.905 (+2,5%), mentre quelli ‘in occasione di lavoro’ sono passati da 542.277 a 540.733 (-0,3%). 

UNIPOL_Infortuni_interna_mobile.jpg?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-813faf59-fc14-4bf1-a34b-ea95a57b36f2-smartphone-nu76Ei0

Gli infortuni nel tempo libero 

La pratica sportiva è foriera di incidenti di vario tipo. In Italia, su circa 20 milioni di persone impegnate a vario titolo in una attività sportiva, mediamente si registrano circa 300 mila infortuni all’anno, sebbene una percentuale molto alta di questi infortuni (circa il 70%) non necessiti di cure ospedaliere (dati Istat).  

Il calcio e il calcetto sono considerati gli sport più rischiosi, ma al tempo stesso, uno studio dell’Università di Cassino fa sapere che sono molto frequenti gli infortuni avvenuti durante la pratica di sport come tennisbasket, jogging, pesistica, fitness, sport di combattimento e altri sport più di nicchia come padel e squash. Negli sport che prevedono un contatto fisico, possono verificarsi facilmente incidenti dovuti a scontri fortuiti 

 

Infine (ma qui i dati ci assistono meno perché più frammentati), farsi male quando si è in viaggio è forse lo scenario più temuto da chi deve o ama spostarsi. Purtroppo, però, il rischio è molto alto: infatti più si viaggia e più ci si espone. 

 

Gli infortuni possono capitaree quando accadono non intervengono solo problemi fisici: il lavoratore autonomo ad esempio va incontro anche mancate opportunità di guadagno e rischia di non riuscire a salvaguardare la situazione economica sua e della sua famiglia. Anche ilavoratore dipendente, benchè possa contare sulla garanzia dell’introito, è esposto a spese elevate che comportano ad esempio la riabilitazione. Il costo poi di quest’ultima dipende da una serie di fattori, come il tipo di trattamento, la diagnosi, il numero di sedute  e se il fisioterapista deve recarsi a domicilio. 

 

L’attenzione deve quindi sempre rimanere alta: ecco perché è importante essere consapevoli, informarsi, adottare tutte le misure necessarie per prevenirli e farsi trovare preparati scegliendo la polizza giusta. 

@TODO tpdTagUtileASapersiContainer
Seguici su

UnipolSai Assicurazioni S.p.A

Sede Legale: Via Stalingrado, 45 40128 Bologna

Telefono: 051 5076111 - Fax: 051 375349 - Mail Pec: unipolsaiassicurazioni@pec.unipol.it

Capitale sociale € 2.031.456.338,00 - Registro delle Imprese di Bologna

C.F. 00818570012 e P.IVA 03740811207

Dati societari

UnipolSai Assicurazioni S.p.A. è la Compagnia assicurativa multiramo Gruppo Unipol, leader in Italia nei rami danni, in particolare nell’RCAuto. Fortemente attiva anche nei rami Vita, occupa una posizione di assoluta preminenza nella graduatoria nazionale dei gruppi assicurativi per raccolta diretta, e serve oltre 10 milioni di clienti. La Compagnia opera attraverso la più grande rete agenziale d’Italia, forte di circa 2.500 agenzie assicurative e oltre 5.300 subagenzie distribuite sul territorio nazionale, tramite la quale offre una gamma completa di prodotti e servizi assicurativi, ed è leader indiscussa nella telematica assicurativa per il Ramo Auto. UnipolSai Assicurazioni ti offre soluzioni per assicurare la tua mobilità, la tua casa, il tuo lavoro, la tua protezione, il tuo risparmio. Scopri tutti i vantaggi a te riservati e costruisci la tua serenità!