Privati
UnipolSai Sito Cliente
UnipolSaiLogoMini
Unipolsai Logo
Mobilità
Mobilità
Assicurazione AutoUnipolSai KM&Servizi Auto
Casa
Casa
Assicurazione CasaUnipolSai Casa&Servizi
Protezione
Protezione
Assicurazione InfortuniUnipolSai Infortuni Premium 2.0Unipolsai Infortuni SmartUnipolSai Infortuni Circolazione
Indietro
Plus - Protezione
Informazioni utili per tutelare il tuo mondo
23 marzo 2021

In questi mesi abbiamo imparato a utilizzarle superando lo sconforto iniziale. Oggi siamo consapevoli del fatto che le mascherine continueranno a far parte della nostra quotidianità almeno fino a quando le autorità preposte non dichiareranno cessata la diffusione della pandemia.

Mentre gli scienziati di tutto il mondo lavorano per mettere a punto il vaccino che dovrà essere distribuito alla popolazione mondiale, aumentano le informazioni sulle caratteristiche del virus e sull’efficacia dei metodi per evitare il contagio. Il distanziamento sociale e l’uso delle mascherine sono considerati i comportamenti più appropriati e utili per combattere la diffusione del virus.


Le tipologie di macherine 

Esistono tre macro-categorie di mascherine: dispositivi di protezione individuale (DPI), dispositivi medici (DM) e mascherine «di comunità» (quelle di stoffa). I DPI comprendono le mascherine con le sigle FFP (Filtering Face Piece). I DM comprendono le mascherine chirurgiche riservate a malati (o medici). Le mascherine di comunità comprendono quelle usa e getta o lavabili e possono essere comprate o fatte in casa con diversi materiali: possiamo definirle un «presidio igienico».


Le mascherine chirurgiche

Sono costituite da strati di tessuto-non-tessuto e sono monouso. Questo perchè la loro capacità filtrante è molto alta verso l’esterno, ma ridotta verso chi la indossa. Non aderendo perfettamente ai contorni del viso, la mascherina chirurgica lascia entrare le particelle aeree di piccole dimensioni (aerosol), ma impedisce la fuoriuscita da bocca e naso delle goccioline di secrezioni respiratorie (droplet). L’utilità è massimizzata se vengono indossate da tutte le persone che si trovano nello stesso ambiente. Sono spesso utilizzate nell’ambiente scolastico e di lavoro.

UNIPOL_Mascherina_interna_mobile_ART%2B2.jpg?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-95d4d38e-0876-45f3-b3bc-9783dfde9d26-smartphone-ntyyG-B

Le mascherine FFP

Sono certificate in base alla loro capacità di filtraggio. Il gruppo FFP1 (meno comune) ha una una capacità filtrante di aerosol garantita del 72%, il FFP2 del 94% e il FFP3 del 99%. Solo FFP2 e FFP3 sono ritenute idonee a proteggere dagli agenti patogeni a trasmissione aerea, devono avere marchio CE e l’indicazione UNI EN 149 e devono essere indossate con una tecnica precisa (la procedura corretta è facilmente rintracciabile sul web).

Fanno parte dei veri e propri dispositivi salvavita per medici e infermieri che lavorano a stretto contatto con i malati di Covid-19.


Le “mascherine di comunità”

Quelle di stoffa. Non sono soggette a particolari certificazioni, e vanno dunque considerate come una semplice barriera fisica per limitare la diffusione del Covid-19 Il loro potere filtrante è condizionato dal tipo di stoffa e dal numero di strati, ma indicativamente possiamo considerare che siano meno efficaci di una mascherina chirurgica sia in entrata, ma soprattutto in uscita (quindi non vanno bene per i malati).

Nella grande varietà di mascherine di comunità, dai test si evince che: molti tessuti fanno un buon lavoro filtrando le particelle virali più grandi (droplets), ma sono poco efficaci invece per le goccioline più piccole (aerosol). Nella maggior parte dei casi, le fibre naturali (cotone) hanno prestazioni migliori di quelle sintetiche e due strati sono meglio di uno.

Infine, è bene ricordare che le mascherine rappresentano una misura complementare  per il contenimento della trasmissione del virus e non possono in alcun modo sostituire il distanziamento fisico.

Dobbiamo prenderci cura di noi stessi e proteggere il prossimo. Lo possiamo fare solamente attraverso l’uso di dispositivi di protezione, agire secondo le regole e applicare il buon senso, evitando le situazioni rischiose. In questa difficile impresa possiamo fare ricorso anche a nuove coperture assicurative che sostengono noi e la nostra famiglia lungo tutto il percorso di gestione e uscita dall’emergenza.

@TODO tpdTagUtileASapersiContainer
Seguici su

UnipolSai Assicurazioni S.p.A

Sede Legale: Via Stalingrado, 45 40128 Bologna

Telefono: 051 5076111 - Fax: 051 375349 - Mail Pec: unipolsaiassicurazioni@pec.unipol.it

Capitale sociale € 2.031.456.338,00 - Registro delle Imprese di Bologna

C.F. 00818570012 e P.IVA 03740811207

Dati societari

UnipolSai Assicurazioni S.p.A. è la Compagnia assicurativa multiramo Gruppo Unipol, leader in Italia nei rami danni, in particolare nell’RCAuto. Fortemente attiva anche nei rami Vita, occupa una posizione di assoluta preminenza nella graduatoria nazionale dei gruppi assicurativi per raccolta diretta, e serve oltre 10 milioni di clienti. La Compagnia opera attraverso la più grande rete agenziale d’Italia, forte di circa 2.500 agenzie assicurative e oltre 5.300 subagenzie distribuite sul territorio nazionale, tramite la quale offre una gamma completa di prodotti e servizi assicurativi, ed è leader indiscussa nella telematica assicurativa per il Ramo Auto. UnipolSai Assicurazioni ti offre soluzioni per assicurare la tua mobilità, la tua casa, il tuo lavoro, la tua protezione, il tuo risparmio. Scopri tutti i vantaggi a te riservati e costruisci la tua serenità!