wtc_start_breadcrumb Plus > Previdenza > Z6_PP8I01K0N8OSF0QCFNNMCT2G67 wtc_end_breadcrumb
0011223300
0044556600
0011223300
0044556600
0011223300
0044556600

Plus - Previdenza

per guardare al futuro con più certezze

0011223300
0044556600
9 novembre 2018

Previdenza complementare: un'opportunità per le PMI

Vantaggi della previdenza complementare per piccoli e medi imprenditori
0011223300
0044556600

Spesso piccoli e medi imprenditori italiani sono poco informati sul perché la previdenza complementare può essere una scelta vantaggiosa. Vediamo per quali motivi.

Previdenza complementare ancora poco conosciuta tra i piccoli e i medi imprenditori

È risaputo che in Italia la piccola e media impresa rappresenta il cuore del tessuto produttivo: nel 2016 erano 145.000 le PMI (dati Cerved 2017) con un aumento del 3,6% rispetto all’anno precedente. Addirittura, se si conteggiano anche le microimprese, ovvero quelle con meno di 10 dipendenti, il numero schizza a più di 4 milioni. Purtroppo, però, è tuttora molto scarsa tra i piccoli imprenditori italiani la consapevolezza riguardante il proprio futuro pensionistico. E tanto più lo è sulla opportunità e i vantaggi derivanti dall’adesione a una forma di previdenza complementare. Questo principalmente per due ragioni: un’informazione carente insieme a una sorta di sottovalutazione del problema pensione – “continuerò a lavorare anche da anziano” in parte collegabile alla forte identificazione che il lavoratore/imprenditore ha con la propria azienda.

Le ragioni per aderire alla previdenza complementare

Invece i piccoli imprenditori – come i lavoratori autonomi – sono tra quelli che più avranno bisogno di una pensione integrativa visto che saranno loro a percepire dalla previdenza obbligatoria trattamenti pensionistici particolarmente penalizzanti rispetto agli ultimi redditi percepiti. Secondo alcune stime, per chi andrà in pensione nel 2030 il gap previdenziale - ovvero la differenza tra il reddito da lavoratore e quello da pensionato - sarà quasi della metà. Per questo motivo, per i piccoli imprenditori accantonare periodicamente risorse economiche durante l’attività lavorativa è un elemento fondamentale per assicurarsi un futuro sereno anche quando non si lavorerà più.


0011223300
0044556600
0011223300
0044556600

Le opzioni a disposizione del piccolo imprenditore: Fondi Pensione Aperti (FPA) e i Piani Individuali Pensionistici (PIP)

I piccoli imprenditori possono aderire alle forme pensionistiche complementari solo su base individuale e volontaria, non sulla base di accordi collettivi. La scelta per loro è tra i Fondi Pensione Aperti o i Piani Individuali Pensionistici. Non possono aderire ai Fondi Pensione Negoziali (o chiusi). Sia i PIP sia i FPA sono forme di previdenza complementare molto flessibili e pertanto adatte alla realtà lavorativa di un piccolo imprenditore: al momento dell’adesione si può stabilire l’importo e la periodicità della contribuzione e nel corso del tempo si possono modificare tali scelte. Inoltre, il capitale versato dall’aderente costituisce un patrimonio separato dall’attività dell’impresa assicurativa sia nel caso dei PIP che dei Fondi Aperti. Il che costituisce una tutela importante per chi decide di aderire.

Alla quiescenza, la posizione individuale maturata verrà erogata in una delle forme di rendita previste dal contratto; ma si ha anche la possibilità di richiederne la liquidazione sotto forma di capitale, fino ad un massimo del 50% della posizione stessa.


0011223300
0044556600
0011223300
0044556600

I vantaggi per chi aderisce

Nell’immediato, un primo vantaggio derivante dall’adesione alle forme di previdenza complementare è di natura fiscale. Anche i piccoli e medi imprenditori infatti possono dedurre i contributi da loro versati nei Fondi pensione o PIP dal proprio reddito Irpef fino alla soglia di 5.164,57 euro. In questo modo lo scaglione di reddito diminuirà e le aliquote saranno applicate su una base imponibile inferiore, determinando minori imposte da pagare. Inoltre, la previdenza complementare costituisce una sorta di paracadute pronto ad entrare in azione in caso di necessità: anche in fase di accumulo si può infatti richiedere il riscatto totale o parziale della propria posizione in caso si interrompa l’attività lavorativa o si venga messi in cassa integrazione ordinaria o straordinaria, o - dopo 8 anni dall’adesione - un’anticipazione se si devono sostenere ad esempio spese sanitarie per sé o per i propri famigliari o per l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa.


Se dunque i benefici nell’aderire ad una forma pensionistica complementare sono numerosi, anche se certi di voler continuare a lavorare a lungo nella nostra impresa, meglio pensare per tempo a mettere in sicurezza il nostro futuro. Una stabilità economica assicurata negli anni d’argento può fare davvero la differenza per noi e i nostri cari.


0011223300
0044556600
0011223300
0044556600
0011223300
0044556600