Privati
UnipolSai Sito Cliente
UnipolSaiLogoMini
Unipolsai Logo
Mobilità
Mobilità
Assicurazione AutoUnipolSai KM&Servizi Auto
Casa
Casa
Assicurazione CasaUnipolSai Casa&Servizi
Protezione
Protezione
Assicurazione InfortuniUnipolSai Infortuni Premium 2.0Unipolsai Infortuni SmartUnipolSai Infortuni Circolazione
Indietro
Plus - Protezione
Informazioni utili per tutelare il mondo
11 dicembre 2023

Il lavoro da remoto non ha sostituito gli uffici, ma è comunque diventato una consuetudine ed oggi passiamo sempre più tempo dentro casa

Secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, tra il 2019 e il 2022 in Italia è triplicata la percentuale di smart worker, e ad oggi il 14,9% dei lavoratori svolge la propria professione alternando tra lavoro in presenza e a distanza. 

Si tratta di un cambiamento che non riguarda solo la posizione fisica, ma trasforma le abitudini degli italiani e, di conseguenza, richiede nuove tutele.

Lavorare da casa: più rischio di infortuni?

La casa non è quasi mai un luogo pensato per il lavoro. Come ha spiegato Vittorio Corsano, Chief Property & Casualty Officer di UnipolSai in un articolo della newsletter Linkedin “Sempre Un passo avanti”, infatti: “A differenza degli uffici, nelle abitazioni non sempre vengono applicate tutte le misure di sicurezza idonee a garantire l’incolumità del lavoratore. Per citarne alcune, la verifica periodica dello stato delle apparecchiature, il mantenimento degli ambienti in ordine, o l'utilizzo congruo degli strumenti”.
Ci si muove quindi in un ambiente, nel migliore dei casi, adattato al lavoro.
E si passa molto più tempo in casa, con il rischio di esporsi agli infortuni domestici

3-Unipol_visual_NOVEMBRE_infortuni_interna-mobile.jpg?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-8daec1ee-9bfd-4b85-b0e3-491e8d7ed679-smartphone-oMvzqaU

Gli infortuni in itinere

Ma lo smart working non è solo lavoro da casa. Le tutele assicurative cambiano anche perché il percorso da e verso l’ufficio viene effettuato con minor frequenza. Tendono quindi a diminuire i cosiddetti infortuni in itinere, che si verificano nel tragitto casa-lavoro e sono coperti dalle assicurazioni tradizionali.  

Un indizio, in questo senso, arriva dai dati delle Relazioni annuali Inail. Gli infortuni in itinere, di pari passo con gli infortuni sul lavoro, erano scesi sotto le 50.000 denunce nel 2020 (l’anno dei lockdown, che aveva portato al picco storico dello smart working), per poi aumentare insieme al graduale ritorno in ufficio: 80.389 casi nel 2021 e 89.967 casi nel 2022. 

Mobilità smart

Attenzione, però: se da un lato la diffusione del lavoro agile porta a un calo degli infortuni in itinere, dall’altra si stanno diffondendo le forme di mobilità leggera o condivisa, non sempre coperte da assicurazione obbligatoria.  

“Nel 2022 il car sharing ha registrato un +10% rispetto all’anno precedente e il noleggio di monopattini e biciclette un +35%. Una tendenza che si consolida e che sembra destinata ad aumentare”, ha ricordato Vittorio Corsano nell’articolo succitato

La mobilità agile ha tanti vantaggi, per la salute, l’ambiente e la congestione cittadina. Ma espone a rischi: secondo l’Istat, nel 2021 gli incidenti in monopattino sono stati 2.101, con 1.980 feriti; secondo dati raccolti dal Politecnico di Milano, solo nel capoluogo lombardo si sono verificati 503 incidenti nella prima metà del 2023. 

Workation, tra lavoro e tempo libero

Un’altra novità giunta con il Covid che ha caratterizzato il lavoro di un crescente numero di persone è la possibilità di svolgere la propria professione non in ufficio e nemmeno a casa, bensì in viaggio. È il concetto della cosiddetta workation, che combina lavoro (work) e vacanza (vacation): si alternano impegni professionali e tempo libero in una località turistica, magari abbracciando la filosofia dei cosiddetti nomadi digitali, ovvero coloro che, senza un base fissa, lavorano ovunque grazie a Internet.

Se per molti una soluzione simile potrà sembrare un sogno, è anche vero che una scelta di questo tipo può comportare alcuni rischi, come ad esempio la possibilità di infortunarsi mentre si raggiunge la propria destinazione o durante il proprio soggiorno, con il rischio di dover affrontare un esborso economico importante. 

Nuove tutele contro nuovi rischi

Tra l’utilizzo di nuove tecnologie e lo sviluppo di nuovi modelli nelle organizzazioni, insomma, le abitudini delle persone stanno cambiando. La distinzione tra lavoro e tempo libero è più sfumata, non solo a livello di luoghi ma anche di prassi. 

“Oggi ancora più di ieri – ha sottolineato Corsano nell’articolo citato - emerge la necessità di tutelare le persone a 360 gradi, non solo contro gli infortuni in itinere, ma anche da quelli che si verificano tra le mura di casa, in ambienti di lavoro non convenzionali o più in generale nel tempo libero”.

In questo senso, la polizza UnipolSai Infortuni Premium 2.0 offre un valido sostegno a chiunque nelle proprie attività quotidiane, proponendo una soluzione completa e personalizzabile, capace di rispondere sia a esigenze specifiche che a nuove necessità. Oltre alle più tradizionali coperture in caso di morte, invalidità permanente e diaria da ricovero (per infortuni incidenti sia sul lavoro che nel tempo libero). Un’unica soluzione, modulabile e integrabile a seconda delle proprie necessità e verso qualsiasi scenario. Anche smart.

Messaggio pubblicitario. Prima della sottoscrizione leggere il set informativo pubblicato sul sito www.unipolsai.it.

%5C%5Cdirezione.gr-u.it%5Cdata%5CComunicazione_NewMedia%5CWEB+APP+SOCIAL%5Cprogetti%5CTPD%5Cpiano_lavoro%5CContenuti%5CNUOVO+SITO+-+MATERIALI%5CIMMAGINI%5CPRODOTTI%5Cinfortuni%5CINFORTUNI+Mobile+320x165.jpg?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-12ca3187-a32b-4aca-b008-bb982cc85641-smartphone-mJM1xYr
HO UNA VITA PIÙ LIBERA E ME LA GODO IN OGNI MOMENTO.
Fai un preventivo
PROTEZIONE & SERVIZI
UNA TUTELA PER VIVERE PIU' SERENAMENTE LE TUE GIORNATE:​
  • Protezione dagli infortuni, sul lavoro, nel tempo libero o mentre fai sport
  • Diaria da ricovero in strutture sanitarie
  • Sconti esclusivi nelle strutture convenzionate SiSalute

UN AGENTE SEMPRE AL TUO FIANCO

PROTEZIONE

H24

@TODO tpdTagUtileASapersiContainer
Seguici su

UnipolSai Assicurazioni S.p.A

Sede Legale: Via Stalingrado, 45 40128 Bologna

Telefono: 051 5076111 - Fax: 051 375349 - Mail Pec: unipolsaiassicurazioni@pec.unipol.it

Capitale sociale € 2.031.456.338,00 - Registro delle Imprese di Bologna

C.F. 00818570012 e P.IVA 03740811207

Dati societari

UnipolSai Assicurazioni S.p.A. è la Compagnia assicurativa multiramo Gruppo Unipol, leader in Italia nei rami danni, in particolare nell’RCAuto. Fortemente attiva anche nei rami Vita, occupa una posizione di assoluta preminenza nella graduatoria nazionale dei gruppi assicurativi per raccolta diretta, e serve oltre 10 milioni di clienti. La Compagnia opera attraverso la più grande rete agenziale d’Italia, forte di circa 2.500 agenzie assicurative e oltre 5.300 subagenzie distribuite sul territorio nazionale, tramite la quale offre una gamma completa di prodotti e servizi assicurativi, ed è leader indiscussa nella telematica assicurativa per il Ramo Auto. UnipolSai Assicurazioni ti offre soluzioni per assicurare la tua mobilità, la tua casa, il tuo lavoro, la tua protezione, il tuo risparmio. Scopri tutti i vantaggi a te riservati e costruisci la tua serenità!